LOVE IS BLIND – un progetto di Lorenzo Tempesti e Alina Brag contro l’omofobia

Love is blind

Cosa lega musica, fotografia e amore? È stato finalmente svelato il progetto “Love is blind”, l’iniziativa di due artisti udinesi, il compositore Lorenzo Tempesti e la fotografa Alina Brag, che mira a dare una cornice universale all’amore. In che modo? Pubblicando una serie di fotografie che ritraggono indifferentemente coppie etero e omosessuali, e utilizzando una di queste foto come copertina per il nuovo singolo di Lorenzo Tempesti, uscito il 23 ottobre e intitolato proprio “Love is blind”.

È un brano romantico, per pianoforte, dal carattere molto semplice, che vuole raffigurare la tenerezza che caratterizza l’affetto tra due innamorati. Si tratta di un ragazzo e una ragazza? Due ragazzi? Due ragazze? Provate ad ascoltare il brano guardando le varie foto che vengono rilasciate sui profili social degli artisti (@alina_brag e @suonimusicaidee su Instagram, Lorenzo Tempesti composer su Facebook). Per voi, cambia qualcosa? Se la musica “stona” su qualcuna delle foto, probabilmente siete voi gli “stonati”, perché l’amore è lo stesso, cambia solo il nostro modo di guardarlo.

Entrambi gli artisti non appartengono alla comunità LGBT, ma vivono un senso di profonda ingiustizia per le difficoltà sociali che vivono quotidianamente le coppie omosessuali. La stessa ricerca dei soggetti delle fotografie ha rivelato lo stato delle cose: “In molti, pur desiderando partecipare, ci hanno detto di no, per la paura di rivelare a familiari o datori di lavoro il proprio orientamento sessuale.” La nostra società è ancora ferma davanti a una montagna di pregiudizi omofobi: perché essere gay dovrebbe cambiare il modo di essere amati dalla propria famiglia, o valorizzati nella propria professione?

Il brano di Lorenzo Tempesti è disponibile su tutti gli store e i servizi di streaming digitale, anche gratuitamente su YouTube dove è possibile ascoltarlo visualizzando il videoclip con le foto del progetto, scattate da Alina Brag. Tutte le fotografie, la musica e le informazioni si trovano su www.loveisblind.it